L'UTILIZZO DELLA PIETRA DI CURSI

Che la pietra sia stata sfruttata dagli abitanti di Cursi fin dalle epoche più antiche è dimostrato non solo dai menhir esistenti ma anche dalla cripta ipogea che risale alla fine del IX secolo: la seconda colonna-pilastro, infatti su cui l'ipogeo insiste, non è ricavata nella roccia, ma è formata da conci squadrati e messi ad arte tanto da formare un parallelepipedo con quattro facce rettangolari su cui sono affrescati i dipinti.

Nel paese abbondano, inoltre, le abitazioni civili in pietra con le volte a stella e con le facciate caratterizzate da decorazioni più o meno ricche.

Non mancano, nel centro storico, le caratteristiche case a corte dell'600 alcune dlle quali sono conservate quasi intatte.

Oggi, dopo un lungo periodo in cui questo materiale è stato poco usato, si torna a valorizzarlo, anche perchè il perfezionamento dei sistemi di isolamento delle strutture murarie in elevato da quelle in fondazione permette di eliminare il problema dell'umidità scendente che è la principale causa di degrado di una muratura in pietra.

About the Author

Articoli recenti del blog